22 Luglio 2024

Terapia del Russamento e delle Apnee Ostruttive

Roncopatia e Terapia del russamento

Di cosa si tratta?
Per russamento si intende la vibrazione delle strutture respiratorie delle vie aeree superiori. Tale vibrazione si traduce in una sonorità più o meno acuta che rende difficoltoso o impossibile il sonno dei nostri compagni.
In generale le strutture anatomiche responsabili del russamento sono l'ugola e il palato molle che aprendosi e chiudendosi al passaggio dell'aria causano il caratteristico effetto sonoro.

Vi sono fattori predisponenti?
Vi sono alcune condizioni che possono favorire il russamento:
- eccessivo peso corporeo;
- ostruzione respiratoria nasale;
- malformazioni scheletriche facciali;
- utilizzo di farmaci facilitatori il sonno o di alcool e droghe;
- alimentazione eccessiva prima del sonno;
- posizione supina durante il sonno.

Il russamento è molto diffuso?
La patologia è presente tra il 30 ed il 50% della popolazione adulta e in Italia è russatore abituale il 24% degli uomini e circa il 14% delle donne. Tale percentuale raggiunge rispettivamente il 60% ed il 40% della popolazione oltre i 60 anni.

Cosa può provocare il russamento cronico?
Il russamento può indurre nel paziente e nel compagno di stanza, sonnolenza mancanza di concentrazione ed irritabilità diurna. Alcuni autori riferiscono anche perdita della libido tra le conseguenze del russamento. E' stato dimostrato un miglioramento statisticamente significativo nei rapporti coniugali dopo la risoluzione della roncopatia. In alcuni casi il russamento può essere l'inizio di una patologia più grave che è definita Sindrome delle Apnee Ostruttive. Questa patologia se non trattata può portare a gravi complicanze fino al decesso del paziente.

Si può guarire dalla roncopatia?
La risposta è si.
Gli interventi terapeutici possono essere di vario tipo. La terapia farmacologica è sconsigliata nel trattamento della sola roncopatia per l'alto rischio di effetti collaterali. La prima azione terapeutica è quella di consigliare un importante calo ponderale. Un importante sussidio terapeutico è fornito dall'impiego dei cosiddetti Oral Device che sono apparecchi tipo bite ortodontici che sostenendo il palato durante il sonno riducono la vibrazione. Infine nei casi più gravi la terapia chirurgica può migliorare sensibilmente la roncopatia






Chirurgia delle Apnee Ostruttive del sonno

Di cosa si tratta?
Si intende per OSAS l'interruzione del respiro durante il sonno per un tempo superiore ai 10 secondi. Le apnee ripetute durante il sonno creano una cronica condizione di riduzione di ossigeno (ipossia) nel sangue. In queste condizioni tutto il sistema corporeo e tutti gli organi lavorano in uno stato di "fatica" che nei casi più avanzati può portare al decesso del paziente.

Quali organi vengono interessati dalla patologia?
Recenti studi hanno evidenziato che l'ipossia protratta nel tempo crea problemi a tutti gli organi e tessuti. È descritto che il paziente affetto da OSAS grave ha una probabilità di andare incontro ad incidenti cardio-vascolari o cerebro-vascolari di oltre il 50% superiore alla popolazione normale. Ipertensione arteriosa, nefropatia, steatosi epatica, iperglobulia, impotenza e riduzione del desiderio sessuale sono alcune delle patologie maggiormente associate alla OSA.

Quando dobbiamo sospettare l'esistenza di Obstructive Sleep Apnea?
Dobbiamo sospettare OSA quando ci vengono riferiti:
•Russamento;
•apnee riferite dal compagno di letto;
•fastidiosa sonnolenza durante il giorno;
•facile affaticabilità;
•depressione o irritabilità;
•difficoltà di concentrazione;
•mal di testa mattutino;
•disturbi del desiderio e della potenza sessuale;
•anamnesi positiva per incidenti automobilistici o lavorativi.

Si può guarire dalla OSA?
Come nell'ipertensione arteriosa o nel diabete è molto difficile guarire dall'OSA. È però possibile ricondurre la patologia a dei parametri di normalità. Esistono differenti livelli d'intervento terapeutico che tendono a ridurre le resistenze al flusso dell'aria nelle vie aeree superiori. La risposta sintomatologica alla terapia è immediata. Il paziente nota subito un miglioramento della sonnolenza diurna, una riduzione del mal di testa mattutino e dell'affaticabilità diurna.
La riduzione di peso corporeo e l'assunzione di politiche comportamentali favorenti il riposo notturno possono migliorare la gravità dell'OSA, ma nei casi più avanzati possono venire impiegati ausili terapeutici quali ORAL DEVICE o la chirurgia. Questi strumenti riescono a fornire un buon supporto terapeutico permettendo di risolvere situazioni anche molto gravi.
Se vuole saperne di più, prima stabilisca quanto sono gravi le sue apnee ostruttive.
Compili il test cliccando sul link qui di seguito.


Se Vorrà verrà ricontattato per avere un riscontro sulla sua condizione clinica


Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie